imagealt

Antica Fiera di Arsego


La 
Fiera di Arsego si svolge ogni terza domenica di ottobre a partire dal 1747.
La manifestazione, tra le più antiche fiere regionali, ha carattere squisitamente agricolo, dall’esposizione alla vendita di bestiame, prodotti agricoli e tipicità locali e nazionali.


L'Amministrazione Comunale cura ogni aspetto relativo all'organizzazione della Fiera, coordinando gli interventi, al fine di renderla ordinata e sicura, incentivando gli aspetti sociali e culturali delle tradizioni locali oltre a economici e folcloristici.

Il Premio "Sergio Carnaroli" è stato istituito dal Comune di San Giorgio delle Pertiche con la finalità nel 2019, con la finalità di "riconoscere e valorizzare le imprese storiche del territorio che, di generazione in generazione, si sono distinte nella capacità di innovazione, affrontando con lungimiranza i cambiamenti economici dell'epoca modema." 

Sergio Carnaroli

Sergio Carnaroli, a cui è intitolato il premio, nasce il 13 luglio 1915 ad Arsego.
Laureato in Economia all'Università Luigi Bocconi, ha vissuto tra Arsego e Milano dove si dinstinse per le sue capacità di marketing, dirigenza e programmazione economica e commerciale.

Grande studioso di economia, ha collaborato con la casa editrice Hoepli nella pubblicazione di testi e volumi di carattere squisitamente economico e finanziario.
Negli anni Settanta, tornato ad Arsego portò nuova energia alla già fiorente azienda di famiglia, di cui assunse la direzione, famosa per la produzione di bachi da seta, cereali, soia e tabacco.
Nel 1978 è tra i fondatori del Rotary Club di Camposampiero. Nel 1980 viene eletto Sindaco di San Giorgio delle Pertiche e successivamente rieletto nel mandato successivo. 

Conosciuto come un uomo di grande cultura e sensibilità artistica, si è sempre dedicato alla promozione filantropica alla ricerca innovativa e tecnologica.

II Premio è assegnato con cadenza annuale, in occasione dell'Antica Fiera di Arsego, durante la quale viene organizzata la cerimonia di premiazione aperta a tutta la cittadinanza.
II Premio è consegnato dal Sindaco pro-tempore di San Giorgio delle Pertiche che presiede il Comitato d'Onore, composto inoltre dai rappresentanti legali o designati degli Enti co-organizzatori del Premio. 
Gli Enti aderenti faranno pervenire alla Segreteria organizzativa, unitamente alla manifestazione di interesse, l'indicazione della persona designata per la composizione del Comitato Scientifico, che sarà poi formalmente nominato dal Presidente del Comitato d'Onore. Il Comitato Scientifico avrà il compito di assegnare il premio.
Le imprese che potranno essere designate a ricevere il premio dovranno avere sede legale o operativa entro i confini della Regione del Veneto
ed essere riconosciute quali società che si sono particolarmente distinte nella capacità di innovazione.
Regolamento del Premio Sergio Carnaroli

Albo d'oro del Premio Sergio Carnaroli

  • Anno 2019 Stevanato Group di Piombino Dese (PD)
  • Anno 2020 Sirca S.p.a. Massanzago (PD)


PREMIO CARNAROLI - Biografia di Sergio Carnaroli

Come partecipare alla Fiera

Stefania Pierazzo

Stefania Pierazzo
Presidente dell’Antica Fiera di Arsego
Contatti
E-mail: fiera.arsego@comune.sangiorgiodellepertiche.pd.it
cell. 335 7462925

Sito: www.fieradiarsego.it
Facebook: Fiera di Arsego
Instagram: Fiera di Arsego 


Ufficio di riferimento

La Fiera di Arsego è un servizio del Comune di San Giorgio delle Pertiche. Per tutte le informazioni e i contatti si rimanda all'ufficio competente.

Settore I
Affari istituzionali e programmazione economico e finanziaria

Fiera di Arsego


Tel.:049 9374770
Email: fiera.arsego@comune.sangiorgiodellepertiche.pd.it


L'Antica Fiera di Arsego: dalle origini fino ai giorni nostri


La 
Fiera di Arsego venne concessa il 23 agosto 1747 con autorizzazione del doge Pietro Grimani. Si svolge ogni anno alla terza domenica di ottobre, con prolungamento al dì successivo: il lunedì della Fiera.
Il sito originario dell’antica Fiera era presso la storica villa Mella già Pugnalin Valsecchi, situata in via Signoria. Fino al XVIII secolo, la villa e i terreni erano di proprietà della nobile famiglia veneziana dei Soranzo, i quali erano fra i primi possidenti delle terre lungo il fiume Piovego. Nel Settecento, i due fratelli Zuanne e Bertucci Soranzo decisero di puntare sul commercio e sullo scambio di prodotti agricoli. Decisero quindi di istituire una"Fiera, da tenersi annualmente nella loro villa di Arsego, sotto la podesteria di Camposampiero".

I Soranzo, con l’istituzione della Fiera, diedero il via ad una svolta della nostra economia agricola, non più chiusa, ma aperta ai mercati del bestiame, ai prodotti e agli attrezzi agricoli, tanto da creare le premesse dell' azienda agro-industriale Pugnalin Valsecchi che si sviluppò da quella realtà e che fu la prima organizzazione artigiano-industriale nel comune di San Giorgio delle Pertiche. Ai Soranzo subentrò la famiglia Pugnalin Valsecchi e successivamente la famiglia Carnaroli. A questa famiglia va il merito di aver lasciato segni ancora oggi visibili in Arsego, dal loro amore per la cultura all' l’impegno sociale, con l'istituzione del Teatro, uno dei primi della zona.

Oggi, la Fiera, pur mantenendo il suo carattere squisitamente agricolo, ha assunto una notevole importanza anche nei settori merceologico e tecnologico ed è uno degli eventi autunnali più importanti del territorio, con rilevanza extraregionale. Nelle ultime edizioni si sono registrate un centinaio di ditte espositrici 300 bancarelle di merci varie e 40 spettacoli viaggianti.

Visita il sito della fiera: www.fieradiarsego.it